Endzone Magazine Forum

(Beta Version)

Il forum dedicato alle squadre NFL

Moderatori: ubuntiano, invern0mut0, warner75, Ricky71, Guechamp

#1065013
La mossa di Bushrod non è di per se sbagliata (costa poco, tiene il campo in qualche modo) ma è lecito pensare che sarà un downgrade rispetto al se stesso più giovane che si è già consumato durante la scorsa stagione. Preoccupa avere una linea interna ancorata al solo Pouncey il cui destino mi sembra tutt'altro che roseo (i problemi alle anche sono molto peggio di un ACL, è ingenuo pensare che tornerà completamente sano). Ajayi ha giocato in modo mostruoso lo scorso anno (a mio parere livello all-pro dalla quinta in poi) ma la linea spesso non gli ha dato una mano.

Ok i free agent alti sono costati parecchio però mi aspetto qualche tentativo in più per rinforzarci, non bastano Ted Larsen e un Bushrod di emergenza.
#1065015
Sul fronte del salary cap non abbiamo tanto spazio, meno di 20 milioni con 8 di roll over, e il prossimo anno Suh e Branch assorbono 11 milioni in più.

Leggo che per Poe si poteva spendere al massimo 4 milioni e mi torna con i dati sopra. Ma un DT e una G con 4 milioni in tutto si trovano anche dopo il draft o dopo i tagli estivi. Sempre che poi in TC non si rompa un titolare chiave e servano altrove.
#1065017
Il budget per Poe è un conto perchè allochiamo già molte risorse sulla DL. In attacco invece la linea con la dipartita di Albert è un reparto a basso costo, avrebbe senso allocare lì delle risorse. Il prossimo anno c'è il rinnovo di Landry e sicuramente i soldi che diamo a Suh, Branch, Stills e Jones hanno un loro peso ma non siamo nei guai come altre squadre. Diciamo che mi stupisce che ci siamo mossi per Poe quando non abbiamo fatto neanche un tentativo per sentire qualche guardia seria (poi Larsen magari si scopre che è un fenomeno ma dubito).

Sul salary cap bisogna contare già che altri 7 milioni non ci sono, è lo spazio per i rookie.
#1065028
Noto dai toni generali una certa soddisfazione per le mosse dei Dolphins. Mi autonomino come guastafeste. La mia prima perplessità è di strategia complessiva. Mi sembra che la qualificazione ai playoffs, forse in quanto inaspettata e contemporaneamente attesa (per i tanti anni di delusioni, intendo) abbia portato a sopravvalutare il valore dei Dolphins. E quindi a voler trattenere a tutti i costi chi aveva fatto bene, o forse sarebbe meglio dire, chi aveva fatto meglio del previsto. Come se i Dolphins fossero una contender o giù di lì. Miami non mi sembra sia stata nel 2016 una squadra tanto superiore a chi le è rimasta dietro in classifica, mi è sembrata una squadra della ampia classe media dell'AFC, ancora lontana dalla elite, e che ha colto l'attimo, a differenza di altre, per entrare ai playoffs. Il bilancio di 8-2 in partite con un possesso di scarto è statisticamente un dato difficilmente confermabile di stagione in stagione. Ora entro più nel particolare.
Il contratto di Kenny Stills ha il merito di toglierci di torno una classica retorica da free agency. Quella che uno accetta di restare nella propria squadra, a meno di quanto offra il mercato. Questa leva, le franchigie ce l'hanno a contratto non scaduto, con la franchise tag, non a scadenza. E' vero che le contender e alcune contender in particolare, possono attrarre giocatori con fascinazioni diverse dal vile denaro, ma le altre no. Al massimo, Miami non si trova nella condizioni di contender per la prima scelta del draft, con un sacco di cap space, che semmai sono costrette ad usare il denaro, in eccesso, come unica fascinazione. Il problema con Stills è innanzitutto strategico. Miami ha a roster Jarvis Landry, che credo vorrà e dovrà tenere a tutti i costi, e Davante Parker, più Caroo sul quale ha investito massicciamente al draft. Stills è reduce da una stagione eccezionale nel senso letterale del termine, il numero dei suoi TD è clamorosamente alto, rispetto alle ricezioni e alle yards, altro dato quindi difficilmente ripetibile. Nei 2 anni a Miami, non mi pare abbia dimostrato di essere molto di più che un WR monodimensionale, utile ma non indispensabile in una squadra. Il contratto lo legherà a Miami, almeno per 4 anni, con una struttura pesante nel 2018 e nel 2019 quando anche Landry, lui sì indispensabile, per forza di cose peserà molto di più. Ed in tutto questo, Carroo sembra già essere stato scaricato, dopo una sola stagione e senza reali chance concesse. La soluzione più logica, in una squadra che ha aggiunto un target ulteriore sulle ricezioni come Julius Thomas, era lasciar partite Stills, guadagnare una compensatory pick l'anno prossimo, e guardare alle occasioni low cost sul mercato. Per dire Kendall Wright, altro velocista, è costato 4 M a Chicago.
Il contratto in assoluto più incomprensibile è quello riservato ad Andre Branch. L'ex Jaguars ha beneficiato di due fattori, uno è giocare in una DL con Suh e Wake, un lusso per pochi, il secondo è che Mario Williams ed in misura minore Jones, hanno deluso oltremisura, facendo brillare di luce non propria delle statistiche assolutamente normali, da sufficienza e niente più. Branch, che non va dimenticato, è stato un bust a Jacksonville è stato pagato come Jaabal Sheard, cioè il pass rusher più ambito, forse, dopo le franchise tag, e peggio ancora la struttura contrattuale è generosa, da far invidia a San Francesco. Il 70% di garantito è una percentuale tra i veterani pass rusher seconda solo a Wake, e ci sta, con il più vicino, Brandon Graham che arriva al 50%. E stiamo parlando di un giocatore nettamente superiore a Branch. I Dolphins, a mio parere avrebbero fatto bene a lasciar partire Branch, puntando magari ad una figura simile, Datone Jones ?, pure lui un bust in cerca di riscatto o un usato sicuro e forse pure migliore di Branch, come Okafor. Tutti giocatori disponibili ad una frazione del costo di Branch. La trade con i Rams, tra l'altro, ha intelligentemente aggiunto William Hayes, che probabilmente si dividerà le rotazioni con l'ex Jaguars. Dulcis in fundo, Branch peserà 10 M! nel 2018, roba da hall of famer o giù di lì. E dato che Wake non è dotato anche dell'eternità, forse anche il draft avrebbe potuto aggiungere sostanza alla DL.
Anche con Reshad Jones, Miami non si è giocata bene le sue carte, a mio parere. I Dolphins avevano con Jones una doppia leva, l'anno di contratto e l'infortunio subito. Non c'è alcun dubbio che Jones sia una grande safety, e che Miami non volesse rischiare di perderlo, però anche la crescita della difesa dei Dolphins senza Jones, se non significa naturalmente che chi l'ha sostituito valesse lui, poteva farsi valere come ulteriore leva sul contratto. Jones a 29 anni sigla un accordo quinquennale a 12 M all'anno, con 35 M di garantito, diventando la seconda safety più pagata dopo Berry. Facendone una media, Miami pagherà 36 M nei prossimi 3 anni, mentre ne avrebbe pagati 33.8 M mandandolo in scadenza e ponendo su di lui due volte la franchise tag. Difficile pensare che all'alba dei 32, Jones potesse chiederne ancora 12 M a stagione, nè a Miami, né altrove. Anche non volendo porre la franchise tag, tenendola libera per altri, Miami aveva le armi per farla valere. Tutte queste risorse avrebbero fatto comodo ai Dolphins, nel tentativo di colmare altre lacune che rimangono intatte, a cominciare dalla OL. Con l'addio di Albert, cosa giustificata e coerente, Tunsil occuperà il posto di LT, ma restano due buchi neri tra le guardie; Larsen e Bushrod non possono essere delle credibili soluzioni, senza dimenticare che neanche a RT c'è una solida certezza. Il pur straordinario Ajayi avrebbe bisogno di una mano. Avrei qualcosa da dire anche su Timmons, giocatore in calo, pagato bene e sopratutto con due anni praticamente garantiti, cosa non consigliabile in quel ruolo a chi ha passato i 30. Ma può bastare, ho fatto il bastian contrario abbastanza.
#1065039
L'entusiasmo per i PO era giustificato dal fatto che sono stati raggiunti con un nuovo coach alla prima esperienza e dopo un inizio stagione disastroso. Si è vista cioè una mentalità e un clima che non c'era da 10 anni a Miami. Il talento non era superiore a quello dell'anno prima.
Proprio per mantenere questo clima il front office ha voluto spendere qualche milione in più, ma poca roba, per tenere Stills e Branch invece di sostituirli opportunisticamente con FA equivalenti. Se le cifre fossero davvero salite sarebbero stati lasciati, come è accaduto con Dion Simms.
Per me è una buona scelta perché fa parte di un progetto a lungo termine che in un anno ha già permesso di assorbire i cap hit di Tannehill e Suh e presentarsi ai PO con la tranquillità di poter scegliere i BPA puntando al 75% sulla difesa e al 25% sulla OL ma senza scelte obbligate.
Nel caso di Reshad Jones, l'anno prossimo qualcuno gli avrebbe offerto molto di più e tenere il miglior prodotto del tuo vivaio sotto tag per due anni non è proprio un bel messaggio per i giocatori.
#1065046
dantrev ha scritto:Il contratto di Kenny Stills ha il merito di toglierci di torno una classica retorica da free agency. Quella che uno accetta di restare nella propria squadra, a meno di quanto offra il mercato. Questa leva, le franchigie ce l'hanno a contratto non scaduto, con la franchise tag, non a scadenza. E' vero che le contender e alcune contender in particolare, possono attrarre giocatori con fascinazioni diverse dal vile denaro, ma le altre no. Al massimo, Miami non si trova nella condizioni di contender per la prima scelta del draft, con un sacco di cap space, che semmai sono costrette ad usare il denaro, in eccesso, come unica fascinazione. Il problema con Stills è innanzitutto strategico. Miami ha a roster Jarvis Landry, che credo vorrà e dovrà tenere a tutti i costi, e Davante Parker, più Caroo sul quale ha investito massicciamente al draft. Stills è reduce da una stagione eccezionale nel senso letterale del termine, il numero dei suoi TD è clamorosamente alto, rispetto alle ricezioni e alle yards, altro dato quindi difficilmente ripetibile. Nei 2 anni a Miami, non mi pare abbia dimostrato di essere molto di più che un WR monodimensionale, utile ma non indispensabile in una squadra. Il contratto lo legherà a Miami, almeno per 4 anni, con una struttura pesante nel 2018 e nel 2019 quando anche Landry, lui sì indispensabile, per forza di cose peserà molto di più. Ed in tutto questo, Carroo sembra già essere stato scaricato, dopo una sola stagione e senza reali chance concesse. La soluzione più logica, in una squadra che ha aggiunto un target ulteriore sulle ricezioni come Julius Thomas, era lasciar partite Stills, guadagnare una compensatory pick l'anno prossimo, e guardare alle occasioni low cost sul mercato. Per dire Kendall Wright, altro velocista, è costato 4 M a Chicago.

Il contratto in assoluto più incomprensibile è quello riservato ad Andre Branch. L'ex Jaguars ha beneficiato di due fattori, uno è giocare in una DL con Suh e Wake, un lusso per pochi, il secondo è che Mario Williams ed in misura minore Jones, hanno deluso oltremisura, facendo brillare di luce non propria delle statistiche assolutamente normali, da sufficienza e niente più. Branch, che non va dimenticato, è stato un bust a Jacksonville è stato pagato come Jaabal Sheard, cioè il pass rusher più ambito, forse, dopo le franchise tag, e peggio ancora la struttura contrattuale è generosa, da far invidia a San Francesco. Il 70% di garantito è una percentuale tra i veterani pass rusher seconda solo a Wake, e ci sta, con il più vicino, Brandon Graham che arriva al 50%. E stiamo parlando di un giocatore nettamente superiore a Branch. I Dolphins, a mio parere avrebbero fatto bene a lasciar partire Branch, puntando magari ad una figura simile, Datone Jones ?, pure lui un bust in cerca di riscatto o un usato sicuro e forse pure migliore di Branch, come Okafor. Tutti giocatori disponibili ad una frazione del costo di Branch. La trade con i Rams, tra l'altro, ha intelligentemente aggiunto William Hayes, che probabilmente si dividerà le rotazioni con l'ex Jaguars. Dulcis in fundo, Branch peserà 10 M! nel 2018, roba da hall of famer o giù di lì. E dato che Wake


Concordo su alcune cose, in particolare sulle guardie ti ho anticipato e sul right takle James sono fra i suoi detrattori quindi credo ci siano ottime ragioni per non essere soddisfatti. Aggiungi i problemi di infortuni di Pouncey e stiamo appesi a un filo in linea. Rispetto a Dallas Thomas è sempre meglio ma insomma.

Su Jones penso anchio che abbiamo pagato tanto. Non so poi se troppo ma si poteva giocare meglio, non dico al ribasso (come dice Shula andare di tag non è bello) ma si poteva giocare meglio. In particolare per uno che è una box safety il mercato è stato stracciato senza vergogna perchè se è vero che Jones sa fare un po' tutto in copertura non è nè Berry nè Thomas.

Su altre cose sono meno d'accordo e spiego:

Stills è restato a Miami per meno soldi di quanto avrebbe preso altrove. Non è un mito ma è quanto riportato da numerose fonti di giornalisti. Si dice che la differenza fosse "significativa". Non posso assicurarti che non mentano ma l'ho letto da Salguero e da almeno un altro giornalista locale. E' vero ci sono giocatori meno costosi e l'annata di Stills è difficile da ripetere negli stessi precisi termini dello scorso anno ma parliamo di un giocatore che ha un'efficienza per snap e per target eccellente in maniera stabile. Non è un qualsiasi tizio veloce, anzi non è neanche così veloce semplicemente ha dei talenti innati per giocare i passaggi profondi, manipolare i defensive back e creare separazione al momento giusto.

Branch è una questione più intricata: oltre al garantito molto alto (che va di moda per tenere piu bassi i valori totali e non so quanto sia una buona idea nel suo caso) io vedo un discreto titolare tenuto a una cifra media per la posizione. In questa epoca di salari fissi per i rookie e salary cap in crescita abnorme diventare free agent è una festa e lui è stato pagato come un buon giocatore con potenziale (Vinny Curry coi suoi 9 milioni l'anno firmati l'anno scorso a Philadelphia è un esempio analogo finito male). Il contratto lo leggo come un 2x15 più opzione per il terzo anno con possibilità di estensione. il fatto che abbiano sistemato i numeri per avere un cap number di 5 quest'anno e 10 l'anno prossimo è qualcosa in cui non entro, immagino abbiano avuto le loro buone ragioni (tipo che si preveda che il cap continuerà a salire). Branch è stato a tratti da prendere a bastonate ma ha sempre giocato forte, si è guadagnato sul campo il posto da titolare e ha numeri migliori di Sheard (che sarà anche apprezzato ora ma lontano dal new england rischia di tornare a una vita da bidone e da metà anno non era neanche titolare). Era in un contract year e giocava con Suh e Wake, ha giocato le corse così così (non una merda) ma se non voglio fare passi indietro non vado a rischiare un Datone Jones o un Okafor per risparmiare due milioni pidocchiosi (che se poi va bene li devo comunque pagare e se mi va male peggioriamo, e nota che su 3 scommesse Williams-Jones-Branch lo scorso anno è andata bene una sola). Se penso che il cap hit medio di Vernon è più del doppio l'affare Branch non mi sembra così male, pur sapendo che c'è lavoro da fare.

Timmons è una non questione: avrà perso smalto (io l'ho visto benino anche a giocare dei deep hole da Tampa2 ma non l'ho seguito sempre, può starci un problema di continuità)ma è non so neanche descriverti quanto meglio della banda di special teamer che improvvisava lo scorso anno. Rispetto a Paysinger ci migliora anche se gioca bendato.
#1065049
Bella la disanima di Dantrev in quanto valuta la nostra situazione da non tifoso...
Non dimentichiamoci che siamo solamente al secondo anno di re building e secondo me molti buchi verranno coperti nei prossimi 2 draft...
L'anno scorso e' stato un draft offensivo.. quest'anno sara' verosimilmente difensivo.
La conferma dei giocatori presenti nel roster e nella FA fatta con raziocinio va nella stessa direzione. Sembra che finalmente in quel di Miami abbiano capito che per restare a buoni livelli nel tempo bisogna costruire con il draft.
In questo senso la conferma di Stills e Branch e' stata una scelta ponderata e probabilmente giusta...
Mi spiego : Per quanto concerne il reparto DE ci trovavamo con il solo Wake e rifirmare Branch a cifre un po' piu superiori del mercato ci sta... poi abbiamo fatto trade per il DE dei Rams e prenderemo un DE con il 1/2 giro (quindi reparto x un paio di anni coperto).
Stills si trova a suo agio nel sistema di Gase, e' un ricevitore veloce e puntuale.. ha fatto qualche drop di troppo ad inizio stagione, ma nel suo complesso e' un'arma importante specialmente ora che abbiamo un TE vero.
Ribadisco a mio avviso Caroo e' stato preso come riserva di Parker non di stills.
Parker e' quello che dopo 2 anni deve darsi una svegliata e far vedere che non e' stata una pick 1 buttata.
Come el Cepillo, la situazione preoccupante e' la OL... ci mancano (ancora ) le G e si spera che il C titolare riesca finalmente a giocare almeno 16 partite.
Sicuramente nel draft arrivera' un OL... nei primi 3 giri.
Jones e' il nostro miglior DB al momento.. e pagarlo un po' piu' del giusto ci stava...
Secondo me stiamo andando nella giusta direzione, ma ripeto siamo ancora ad un paio di draft dal diventare un team costantemente competitivo...
#1065050
delfino7 ha scritto:Bella la disanima di Dantrev in quanto valuta la nostra situazione da non tifoso...


Le disamine dei non tifosi sono sempre ultra gradite... Magari conoscono meno dettagli ma non hanno pregiudizi e un approccio più razionale (es. su Jones non me la sentivo di dire nulla di male :smt007 anche se sono fondamentalmente d'accordo con lui)
#1065063
Analisi di dantrev: su Jones si può eccepire sulle tempistiche (non era strettamente necessario il rinnovo ora ma forse imbastirlo a ottobre/novembre dopo averlo rivisto in campo) ma sulle cifre e sul valore del giocatore no, per me vale Berry ed è uno con tante big plays nelle mani oltre ad essere super contro le corse.......la Ol siamo tutti d'accordo che sia il reparto con meno certezze ma non siamo neanche disperati, il problema più grosso è che Pouncey deve dimostrare di poter fare una stagione non dico da 16 partite ma almeno da 12 (:smt022 ) ma per il resto Tunsil/James a me danno sicurezza e tre veterani da 200+ partite in carriera per giocarsi un posto da G non mi sembra un disastro, certo bisogna trovare l'altra G titolare a draft e, visti gli ultimi fallimenti (turner, thomas, Douglas), è necessario azzeccare la scelta, su Stills/Branch ne abbiamo parlato tanto e rimango dell'idea che in FA è normale pagare il 30% in più del valore di un giocatore se lo firmi nella prima ondata e ha meno di 27/28 anni, Stills è molto funzionale al gioco di Gase e Branch è un buon giocatore da passing down, il loro reale valore è minore di quanto pagato (6 Stills, 4/5 Branch) ma non sono cifre assurde gli 8 annui che gli hanno concesso

P.s. stiamo attualmente ospitando Zach Brown per una visita, dove bisogna firmare per tagliare Misi e rimpiazzare i suo 4 mil a bilancio con Brown ???? Brown MLB, Timmons SLB e Alonso WLB........cmq ci deve essere qualcosa di non detto su Brown perché uno di 27 anni con 100+ tkls, 14 sacks e 7 int in 4 anni non può essere ancora senza lavoro
#1065065
optando per la continuità si son fatti dei sacrifici, ma io credo sia la strada giusta.
Jones è uno dei 3 migliori SS in circolazione e forse quello migliore nei T in campo aperto
Stills conosce il sistema e si trova bene col QB e con gli altri WR (molti big play son venuti anche per l'abilità di Landry che spesso viene raddoppiato con lo stesso stills che se la può giocare 1vs1)
Branch ha avuto più alti che bassi e in una def senza LBs è facile fare figuracce (i LB forti mettono una pezza agli errori dei compagni davanti, quindi certe cazzate si notano meno, inoltre giocando con le spalle coperte puoi anche rischiare qualcosa di più partendo da DE).
La OL è un altro reparto che, Albert a parte, viene confermato. Ricordo che con pouncey dentro le due OG hanno fatto la loro porca figura. E' quello li nel mezzo il nodo della OL, nel nostro caso: se gioca lui state tranquilli che il QB ha il suo tempo e il RB il buco lo trova, senza di lui possiamo avere anche 2 G fenomenali ma si fa tanta tanta fatica. Infatti io al draft starei quasi pensando ad un C più che ad una OG. Se pouncey si rompesse avremmo pronto il sostituto. E anche se fosse finalmente spostato a G

A LB serve un rookie per sostituire Misi passo dopo passo durante la stagione. Quello è un ruolo che dobbiamo coprire al draft, come la OG, come il DE e come il FS.
#1065087
oronde86 ha scritto:P.s. stiamo attualmente ospitando Zach Brown per una visita, dove bisogna firmare per tagliare Misi e rimpiazzare i suo 4 mil a bilancio con Brown ???? Brown MLB, Timmons SLB e Alonso WLB........cmq ci deve essere qualcosa di non detto su Brown perché uno di 27 anni con 100+ tkls, 14 sacks e 7 int in 4 anni non può essere ancora senza lavoro


Verissimo... forse vuole troppo...
  • 1
  • 144
  • 145
  • 146
  • 147
  • 148
long long title how many chars? lets see 123 ok more? yes 60

We have created lots of YouTube videos just so you can achieve [...]

Another post test yes yes yes or no, maybe ni? :-/

The best flat phpBB theme around. Period. Fine craftmanship and [...]

Do you need a super MOD? Well here it is. chew on this

All you need is right here. Content tag, SEO, listing, Pizza and spaghetti [...]

Lasagna on me this time ok? I got plenty of cash

this should be fantastic. but what about links,images, bbcodes etc etc? [...]

Swap-in out addons, use only what you really need!