Il forum dedicato alle squadre NFL

Moderatori: Guechamp, warner75, Ricky71, Moderatori Endzone

#1198199
Intervengo visto che mi citi.
Io sono il primo ad apprezzare le difese monstre e a disprezzare le partite che terminano a punteggio stile basket, tanto per chiarire.
Ma ciò non toglie che, oggi, la lega è decisamente pass oriented tra cambi di regolamento e altro, i punteggi sono aumentati e il QB è ancora di più il pezzo più importante da sistemare: non a caso è il giocatore più pagato per distacco, ci sarà pure un motivo! Il che non vuole assolutamente dire che una volta che hai un FQB sei a posto eh, ma vuol dire che se NON hai quello devi costruire tutto il resto talmente bene che l'unico giocatore a cui passano TUTTI i palloni non può smerdarti le partite, neanche se è average o giù di lì, e anzi il resto deve essere in grado di vincere le partite.
Ecco Frisco può essere questo caso, ma appunto è l'eccezione e non la regola, e per quanto Purdy non sia il nuovo Montana tutto il resto del supporting cast è assolutamente di alto livello.
D'altra parte, sono convinto che se nel 2020 Tampa Bay avesse confermato lo Sparapalloni al posto di virare su Brady col cavolo che si vedeva l'anello. Idem i Rams se non avessero scelto Stafford l'anno dopo. Idem i Jets oggi, hanno un QB che fondamentalmente smerda tutto quello che di buono fa la squadra.
Che poi il football è per eccellenza lo sport della coperta corta: hai un cap e devi decidere dove spendere e dove risparmiare, hai un difesa e devi scegliere se coprire il fondo o rischiarlo, hai una OL e devi scegliere se mettere 4 WR o tenere i TE per bloccare... di esempi ne possiamo fare a vagonate....
#1198204
Samurai Mike ha scritto:A parte gli scherzi (e manco tanto), forse perché ho a cuore i Bears, vedo ancora più amplificate a Chicago le follie (sottoline da Doa e Otter) che sembrano essere comuni a molte squadre della lega. In una città che poi vive per le sue squadre come in pochi posti negli Stati Uniti...

Se vuoi ne aggiungo un'altra che forse è la principale ma mai abbastanza sottolineata
Un owner che ha più voglia di incassare rispetto a vincere
#1198226
Samurai Mike ha scritto:In conclusione cito Buccaneer che ieri in casa Tampa scriveva

"Quando la lega non era così pass oriented ti bastava un Brad Johnson qualsiasi, un Alstott e una difesa dominante, oggi non è più così. I punteggi sono mediamente aumentati, devi essere in grado di segnare non solo coi turnover (quasi come faceva la difesa del 2002) e il QB è il pezzo più importante. Citofonare Jets"

Ecco, questo fatto della coperta corta non lo accetto. Non ci si può svenare (lo sottolineava anche DOA) per un qb qualunque e tralasciare tutto il resto.
Per uno poi che vede questo gioco dagli anni 80, il football senza la difesa è come la carbonara senza il guanciale

Diciamo che ci dovrebbe essere un giusto equilibrio tra tutte le varie componenti del gioco, il football di oggi non può essere la lotta nel fango degli anni 30, ma neanche una sorta di Playstation. Che il peso del QB nella franchigia sia sempre piu importante penso sia una tendenza non più invertibile, anche per la peculiarità del ruolo
#1198238
Samurai Mike ha scritto:
Cleveland ha scritto:calma... Qui stiamo parlando con Don Simone, che è quasi in vetta alla NFC. Quindi, almeno per un anno, se la tira da morire. :stralol:: :stralol:: :stralol:: :stralol:: :stralol:: Quindi bisogna dargli del lei se non addirittura del VOI :stralol:: :stralol:: :stralol:: :stralol:: PS: sORRY, sIMO, MI èUSCITA COSI' :lol: :lol: :lol:


del voi, del voi.... :wink: :wink:


Direi che il voi va bene, picciotti…
Baciamo le mani!
:lol: :lol: :lol:
#1198255
Buccaneer ha scritto:Intervengo visto che mi citi.
Io sono il primo ad apprezzare le difese monstre e a disprezzare le partite che terminano a punteggio stile basket, tanto per chiarire.
Ma ciò non toglie che, oggi, la lega è decisamente pass oriented tra cambi di regolamento e altro, i punteggi sono aumentati e il QB è ancora di più il pezzo più importante da sistemare: non a caso è il giocatore più pagato per distacco, ci sarà pure un motivo! Il che non vuole assolutamente dire che una volta che hai un FQB sei a posto eh, ma vuol dire che se NON hai quello devi costruire tutto il resto talmente bene che l'unico giocatore a cui passano TUTTI i palloni non può smerdarti le partite, neanche se è average o giù di lì, e anzi il resto deve essere in grado di vincere le partite.
Ecco Frisco può essere questo caso, ma appunto è l'eccezione e non la regola, e per quanto Purdy non sia il nuovo Montana tutto il resto del supporting cast è assolutamente di alto livello.
D'altra parte, sono convinto che se nel 2020 Tampa Bay avesse confermato lo Sparapalloni al posto di virare su Brady col cavolo che si vedeva l'anello. Idem i Rams se non avessero scelto Stafford l'anno dopo. Idem i Jets oggi, hanno un QB che fondamentalmente smerda tutto quello che di buono fa la squadra.
Che poi il football è per eccellenza lo sport della coperta corta: hai un cap e devi decidere dove spendere e dove risparmiare, hai un difesa e devi scegliere se coprire il fondo o rischiarlo, hai una OL e devi scegliere se mettere 4 WR o tenere i TE per bloccare... di esempi ne possiamo fare a vagonate....


Io ti citavo proprio perché hai descritto la realtà in modo preciso e (cir)conciso. Ed è una realtà che a me piace sempre meno.
Poi proprio perché la coperta è corta, negli anni non ti puoi permettere degli errori gestionali come quelli commessi a Chicago, dove sembra ci siano sprovveduti a gestire da diversi anni (Draft 2017 e gestione Cutler su tutti)
#1198264
Samurai Mike ha scritto:
Buccaneer ha scritto:Intervengo visto che mi citi.
Io sono il primo ad apprezzare le difese monstre e a disprezzare le partite che terminano a punteggio stile basket, tanto per chiarire.
Ma ciò non toglie che, oggi, la lega è decisamente pass oriented tra cambi di regolamento e altro, i punteggi sono aumentati e il QB è ancora di più il pezzo più importante da sistemare: non a caso è il giocatore più pagato per distacco, ci sarà pure un motivo! Il che non vuole assolutamente dire che una volta che hai un FQB sei a posto eh, ma vuol dire che se NON hai quello devi costruire tutto il resto talmente bene che l'unico giocatore a cui passano TUTTI i palloni non può smerdarti le partite, neanche se è average o giù di lì, e anzi il resto deve essere in grado di vincere le partite.
Ecco Frisco può essere questo caso, ma appunto è l'eccezione e non la regola, e per quanto Purdy non sia il nuovo Montana tutto il resto del supporting cast è assolutamente di alto livello.
D'altra parte, sono convinto che se nel 2020 Tampa Bay avesse confermato lo Sparapalloni al posto di virare su Brady col cavolo che si vedeva l'anello. Idem i Rams se non avessero scelto Stafford l'anno dopo. Idem i Jets oggi, hanno un QB che fondamentalmente smerda tutto quello che di buono fa la squadra.
Che poi il football è per eccellenza lo sport della coperta corta: hai un cap e devi decidere dove spendere e dove risparmiare, hai un difesa e devi scegliere se coprire il fondo o rischiarlo, hai una OL e devi scegliere se mettere 4 WR o tenere i TE per bloccare... di esempi ne possiamo fare a vagonate....


Io ti citavo proprio perché hai descritto la realtà in modo preciso e (cir)conciso. Ed è una realtà che a me piace sempre meno.
Poi proprio perché la coperta è corta, negli anni non ti puoi permettere degli errori gestionali come quelli commessi a Chicago, dove sembra ci siano sprovveduti a gestire da diversi anni (Draft 2017 e gestione Cutler su tutti)

Ah, Cutler............. Mamma mia che fenomeno poteva essere :smt007
#1198598
DOA ha scritto:Se vuoi ne aggiungo un'altra che forse è la principale ma mai abbastanza sottolineata
Un owner che ha più voglia di incassare rispetto a vincere


Non ti ho risposto allora, ma con l'ultimo commento di almailva ci ripensavo...
...per Chicago non ne sono nemmeno così convinto.
Mi spiego meglio. Chiaro che ogni proprietario deve vedere il risvolto economico (a meno che non sia super tifoso, ma negli states è cosa più unica che rara quando ci sono in ballo i baiocchi), ma questi sono talmente incapaci e arruffoni che nemmeno quello sanno fare bene!!
Ora poi c'è anche la questione stadio. Anche questa ormai realtà comune a tutta la lega e aspetto ineluttabile del football moderno. Secondo me faranno cappelle anche lì.
Senza togliere che, personalmente, l'idea di abbandonare la storia del Soldier Field mi fa male. Pensavo che dopo l'utima ristrutturazione (anche se di 20 anni fa) si rimanesse sempre lì, in uno stadio che fino ad allora era addirittura "sito nazionale di interesse storico".

(Della partita con i Vikings nemmeno ne parlo....per decenza)