Il forum dedicato alle squadre NFL

Moderatori: Guechamp, warner75, Ricky71, Moderatori Endzone

#1205593
Eccolo il fullback. :aleee:

Chargers sign FB Ben Mason

magari Mason non farà la squadra come accaduto più volte ai Ravens, però avere un ragazzone di 190 cm per 115 kg in quel ruolo lì è sempre una cosa bella, nostalgica, in un football moderno in cui il ruolo è praticamente scomparso, salvo qualche rara eccezione.

Ben Mason ha fatto il college con Harbaugh a Michigan, dove ha giocato fullback, con ottimi risultati, ma anche tight end, ed è stato provato persino in difesa (esperimento da DT ad inizi 2019).
Ai Wolverines ha segnato ben 10 touchdown in carriera, 9 su corto yardaggio e da classico runner nei primi due anni (2017 - 2 td da freshman - e 2018 - 7 touchdown), l’ultimo invece nella short 2020 season (6 partite per via del Covid) su ricezione, poiché è stato impiegato in un ruolo ibrido da TE/FB, che peraltro è quello con cui poche ore fa lo hanno ufficializzato i canali dei Chargers.

Negli ultimi due anni di college, ha soprattutto bloccato per le corse. Mason, quinta scelta 2021 dei Ravens, è stato anche nel roster della Baltimore di Greg Roman, dunque conosce molti degli schemi di corsa. In realtà, ha debuttato soltanto a fine 2023 in NFL, nella gara di week 18 contro gli Steelers. Prima una lunga gavetta di practice squad, anche quelle di Patriots e Bears, a fine 2021.

forza Ben! :polsu:
#1205594
Angelo ha scritto:Eccolo il fullback. :aleee:

Chargers sign FB Ben Mason

magari Mason non farà la squadra come accaduto più volte ai Ravens, però avere un ragazzone di 190 cm per 115 kg in quel ruolo lì è sempre una cosa bella, nostalgica, in un football moderno in cui il ruolo è praticamente scomparso, salvo qualche rara eccezione.

Ben Mason ha fatto il college con Harbaugh a Michigan, dove ha giocato fullback, con ottimi risultati, ma anche tight end, ed è stato provato persino in difesa (esperimento da DT ad inizi 2019).
Ai Wolverines ha segnato ben 10 touchdown in carriera, 9 su corto yardaggio e da classico runner nei primi due anni (2017 - 2 td da freshman - e 2018 - 7 touchdown), l’ultimo invece nella short 2020 season (6 partite per via del Covid) su ricezione, poiché è stato impiegato in un ruolo ibrido da TE/FB, che peraltro è quello con cui poche ore fa lo hanno ufficializzato i canali dei Chargers.

Negli ultimi due anni di college, ha soprattutto bloccato per le corse. Mason, quinta scelta 2021 dei Ravens, è stato anche nel roster della Baltimore di Greg Roman, dunque conosce molti degli schemi di corsa. In realtà, ha debuttato soltanto a fine 2023 in NFL, nella gara di week 18 contro gli Steelers. Prima una lunga gavetta di practice squad, anche quelle di Patriots e Bears, a fine 2021.

forza Ben! :polsu:


Mason è veneto? Come Roman? :smt003 :stralol:: :stralol:: :stralol::
#1205928
La firma immediata in FA del triennale con Will Dissly, bissata dall'annuale siglato con Hayden Hurst, hanno fatto capire immediatamente l'importanza dei Tight End negli schemi dei nuovi Bolts.

Mi hanno colpito le parole di Andy Bischoff, che ricordo è nostro nuovo TE coach, ma anche Run Game Coordinator:

When you start with [TE] Will [Dissly], you’re talking about one of the three guys in the league that can own the C-gap, period. There’s not many of them. This is a different kind of football league that we live in now. To have a tight end that can own the C-gap is rare. He’s one of those guys. You start with him and his ability to get that done for you and then, let’s not lose sight on what he can provide you in the passing game. This is a guy who catches the ball at a high percentage, in terms of his target-to-catch ratio, a guy that doesn’t drop the football and who protects the football, doesn’t fumble it.

Then, you have a guy in [TE] Hayden [Hurst] — to me, you have six guys in the league who everybody wants. You name the six, you go with [49ers TE George] Kittle, you say [Giants TE Darren] Waller. Name whoever you want. Everybody wants those six guys. There’s no reason that Hayden can’t be that next guy. There’s no reason. He has all the speed, all the hands, all the ability. Hayden just needs to find the right situation. We knew when we had him in 2019 that was the right situation for us. We couldn’t control where it went from there, but we love the guy. We’re nothing but happy to have this guy here. He will provide that athletic element to this offense that gives us an opportunity.


Nelle discussioni dei giornalisti vari sul perché o per chi è necessario un importante upgrade a RT rispetto a Pipkins, dovrebbero essere sempre riportate le parole su Dissly. Perché una cosa è giocare con la linea a "5 e mezzo" come abbiamo fatto nelle ultime stagioni, tutt'altra giocare spesso a 6 (con uno dei migliori blocking TE della Lega) o addirittura a 7 davanti ad Herbert (considerando l'eventuale presenza anche di un FB/TE).

Detto questo, considerando che Hurst ha appunto firmato un annuale e Parham è nell'ultimo anno di contratto (e dovrà meritarsi una riconferma... ), è interessante che nell'elenco dei pre-draft top 30 visit dei Chargers al momento figurino ben 3 TE:
    Jared Wiley di TCU (che potrebbe essere un obbiettivo dal 4 round, anche se c'è chi lo da in forte ascesa)
    Mason Pline di Furman (FCS, ha giocato anche a Ferris State, i primi tre anni a basketball...)
    McCallan Castles di Tennessee (nel 2023, prima 3 anni a UC Davis e, prima della pandemia aveva provato anche a California).
Gli ultimi due sono chiaramente dei prospetti. Entrambi hanno un importante basketball pedigree e hanno giocato a pallacanestro al liceo ma anche al college.

Conosciamo mica qualche TE passato da queste parti facendo benino dopo una carriera universitaria nella pallacanestro?
Non dico per forza uno da Hall of Fame, che poi non ti chiamano a Canton appena sentono che eri nei Chargers...
#1205929
Angelo ha scritto:La firma immediata in FA del triennale con Will Dissly, bissata dall'annuale siglato con Hayden Hurst, hanno fatto capire immediatamente l'importanza dei Tight End negli schemi dei nuovi Bolts.

Mi hanno colpito le parole di Andy Bischoff, che ricordo è nostro nuovo TE coach, ma anche Run Game Coordinator:

When you start with [TE] Will [Dissly], you’re talking about one of the three guys in the league that can own the C-gap, period. There’s not many of them. This is a different kind of football league that we live in now. To have a tight end that can own the C-gap is rare. He’s one of those guys. You start with him and his ability to get that done for you and then, let’s not lose sight on what he can provide you in the passing game. This is a guy who catches the ball at a high percentage, in terms of his target-to-catch ratio, a guy that doesn’t drop the football and who protects the football, doesn’t fumble it.

Then, you have a guy in [TE] Hayden [Hurst] — to me, you have six guys in the league who everybody wants. You name the six, you go with [49ers TE George] Kittle, you say [Giants TE Darren] Waller. Name whoever you want. Everybody wants those six guys. There’s no reason that Hayden can’t be that next guy. There’s no reason. He has all the speed, all the hands, all the ability. Hayden just needs to find the right situation. We knew when we had him in 2019 that was the right situation for us. We couldn’t control where it went from there, but we love the guy. We’re nothing but happy to have this guy here. He will provide that athletic element to this offense that gives us an opportunity.


Nelle discussioni dei giornalisti vari sul perché o per chi è necessario un importante upgrade a RT rispetto a Pipkins, dovrebbero essere sempre riportate le parole su Dissly. Perché una cosa è giocare con la linea a "5 e mezzo" come abbiamo fatto nelle ultime stagioni, tutt'altra giocare spesso a 6 (con uno dei migliori blocking TE della Lega) o addirittura a 7 davanti ad Herbert (considerando l'eventuale presenza anche di un FB/TE).

Detto questo, considerando che Hurst ha appunto firmato un annuale e Parham è nell'ultimo anno di contratto (e dovrà meritarsi una riconferma... ), è interessante che nell'elenco dei pre-draft top 30 visit dei Chargers al momento figurino ben 3 TE:
    Jared Wiley di TCU (che potrebbe essere un obbiettivo dal 4 round, anche se c'è chi lo da in forte ascesa)
    Mason Pline di Furman (FCS, ha giocato anche a Ferris State, i primi tre anni a basketball...)
    McCallan Castles di Tennessee (nel 2023, prima 3 anni a UC Davis e, prima della pandemia aveva provato anche a California).
Gli ultimi due sono chiaramente dei prospetti. Entrambi hanno un importante basketball pedigree e hanno giocato a pallacanestro al liceo ma anche al college.

Conosciamo mica qualche TE passato da queste parti facendo benino dopo una carriera universitaria nella pallacanestro?
Non dico per forza uno da Hall of Fame, che poi non ti chiamano a Canton appena sentono che eri nei Chargers...

Magari Antonio Cancelli :smt003
#1206392
Il draft NFL del 2020 è passato alla storia come il primo e sinora unico draft completamente on-line. Anziché il solito circo mediatico, tutti isolati a casa, effetto della terribile pandemia. Ricordiamo Goodell da solo nello studio con i monitor dei tifosi alle sue spalle, il cane inquadrato seduto al posto di Bill Belichick, il surf dietro a Tom Telesco, e il divano di casa Herbert ad Eugene con Justin seduto coi genitori e i suoi due fratelli. 

Il draft che ha portato in dote Justin Herbert, il primo QB nella storia di questa franchigia a vincere il Rookie of the Year e l'MVP del Pro Bowl non può non rappresentare un ricordo indelebile, particolare, per tutti i veri tifosi dei Chargers. E chissenefrega se Telesco non fece in realtà nient'altro che restare fermo alla pick n. 6, aspettando magari cadesse lì il QB mancino Tua Togovailoa - scelto invece alla n.5 dai Dolphins - come se fosse stato ugualmente una "no-brainer selection". Di più, il resto del draft condotto dai Chargers fu letteralmente un mezzo disastro (e il "mezzo" solo grazie alla pick n. 186 del sesto giro, con la quale scelsero il SAF Hawaiiano Alohi Gilman, che da semplice SS back-up si sarebbe trasformato in un valido titolare per questa squadra).

Per salire alla numero 23 overall (toh, una delle due prime dei Vikings di quest'anno...ma pensa te) e selezionare il LB Kenneth Murray, i Chargers scambiarono entrambe le scelte del secondo giorno con New England, vale a dire la n. 37 (a proposito, che pick abbiamo al secondo giro quest'anno?...) e la n. 71. Una trade terrificante, non solo considerando il ruolo di Murray (off-ball ILB) ma anche il "personaggio" scelto. Se penso che alla numero 65, la prima del terzo giro, Cincinnati scelse Logan Wilson, mi vengono ancora i brividi...
Oltretutto, quella bruttissima trade, obbligò i Chargers ad aspettare fino al 4° round per selezionare il RB che cercavano da accoppiare ad Ekeler, così dovettero "accontentarsi" di Joshua Kelley. Nel secondo giorno, erano stati infatti già tutti selezionati i migliori prospetti RB, come D'Andre Swift, Jonathan Taylor, Cam Akers, J.K. Dobbins, A.J. Dillon, Zach Moss. 

Lo "spreco" dei Chargers continuò anche negli altri late rounds. Al quinto giro scelsero il kick returner Joe Reed da Virginia, uno che aveva la velocità (sul dritto) ma non le mani da possibile ricevitore sul profondo, risultato non poteva fare né il returner, né lo Z receiver in NFL. Al settimo provarono con K.J. Hill da Ohio State, che al contrario aveva delle ottime mani da slot receiver (all-time leading receiver dei Buckeyes al college), ma non la velocità minima adeguata per questo livello. 

Nella off-season 2024, oltre a Dobbins, sono arrivati a Costa Mesa anche il CB Kristian Fulton (che fu la prima selection di quel draft 2020 da parte dei Titans, n.61 overall) e l'off-ball ILB Troy Dye (scelto dai Vikings proprio al 4° round, n. 132), compagno di Herbert al college e per quattro anni leading tackler dei Ducks, con i quali aveva appena vinto il Rose Bowl di Pasadena contro Wisconsin.
Ripensando a quel draft e a chi è arrivato quest'anno nella free agency, mi viene quasi da pensare che i "nuovi" Chargers si siano voluti dare una seconda possibilità con la classe del 2020. La speranza è di averci messo "una pezza" e ovviamente di non ricadere più su certi madornali errori.

Infine una semplice "curiosità". Dopo quel draft, un ragazzotto che riuscì a fare la squadra per ben due stagioni e che nel 2020 ebbe persino due TD su ricezione, fu un Fullback (massì!) da Florida State: Gabe Nabers. Beh, nella storia della nostra franchigia è l'unico giocatore con quel cognome. Almeno finora...     
#1206462
Anche quest’anno è arrivato il giorno del mio compleanno.
In questi giorni dell’anno mi sento sempre un concorrente di Affari Tuoi. :lol:

Spero sempre di aprire un pacco rosso (magari il massimo, come nel 2020) e di evitare i pacchi blu.
(anche se preferirei evitare i PACCHI a prescindere) :lol:

Comunque quest’anno dicono che potrebbe arrivare anche un’OFFERTA. Se è quella giusta potremmo CAMBIARE.
Ma non era Cambio o Offerta? :lol: :lol:

Comunque sia speriamo in un bel dono: DONARE per RICEVERE!

E poi a me sti CICCIONI che CORRONO non mi piacciono… mica sono EMI. :stralol:: :jo3: :lol:

Miiii che aaaaansiaaa! :lol: :lol:
#1206589
Per me Joe Alt era la scelta più sensata in assenza di una trade conveniente e così è andata.

Il tifoso medio per la pick di un tackle, nemmeno uno forte come Joe Thomas, non farà mai i salti di gioia.

Ma questa è una squadra che va costruita su un credo che si chiama power run offense.
E servono giocatori dominanti sulla linea. Come Joe Alt.
#1206620
Condivisibile o meno, la strategia di Harbaugh è comprensibile anche per me che seguo i Chargers mille volte meno del buon Angelo: ricreare la San Francisco che arriva ad un lancio dal vincere il Super Bowl con la consapevolezza che Herbert al posto di Kaepernick quel lancio te lo completa al 99,99%.
In aggiunta, mi piace un progetto che va completamente controcorrente rispetto alla NFL attuale: ci ha provato BB a riportare indietro le lancette del tempo per 4 anni e da presunto GOAT è passato a vecchio rincoglionito scartato da tutte le panchine NFL.
Qui la situazione è diversa perché c'è innanzi tutto Herbert e Harbaugh ha una mente più giovane e scattante di BB; rimane però il fatto che è un progetto da "boom or bust" perché se va male con un OT preso alla 5 in un draft a cui ti presenti dopo aver lasciato andare i tuoi 2 WR di riferimento e lasci scorrere al primo giro 7 WR + 1 TE, che puzza peraltro di fenomeno, poi ti pioveranno addosso quintalate di pupù.
PS 1 mi tolgo nuovamente il cappello per il modo in cui Angelo si lascia alle spalle le continue provocazioni di wolvie6 di là che fa le pulci ad ogni suo post.
PS 2 detto da me fa un po' specie, ma penso che gli alibi di Herbert siano molti di più in questo momento che rispetto alla scorsa stagione.
PS 3 non credo comunque che i Chargers possano presentarsi alla prossima stagione con l'attuale corpo WR+TE, qualcosa devono pur fare a partire da oggi nonostante sia andata via tanta merce buona al primo giro.
  • 1
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37